Qualche segno dagli esperti web M5S

Ecco finalmente qualche segnale positivo dai cosidetti (finti) esperti web del M5S.

Mentre la nave rischia di affondare, si cerca giustamente di tappare tutte le possibili falle.

Ed ecco che :
– il video de “La cosa” in homepage e’ ora correttamente attivo ma senza volume (leggasi rispetto per l’utente che legge il blog mentre magari ascolta rainews o la radio).
– finalmente viene abbandonata la piattaforma Youtube per una piu’ valida “alternativa” come Ustream.
– da qualche tempo non ho piu visto il banner di Amazon in top position!
Si sono finalmente resi conto della gigante contraddizione che era. Bene.
– anche gli altri banner presenti nel sito sembrano essere maggiormente “sotto controllo”.
Ecco quindi scomparire le pubblicita’ degli insidiosissimi  “giochi on line” nonche’ le pubblicita’ che contenevano spyware e toolbar invasive della privacy. Il blog ne era pieno.

Avevo segnalato questi problemi infinite volte nei commenti del blog, in commenti in altri siti ed anche qui in questo post.
Ed e’ una prova che le “critiche costruttive” spesso funzionano, specie se supportate da attente analisi e proposte risolutive “alternative”.

Le cose da sistemare sul web non sono di certo finite, ma queste modifiche delle ultime settimane potrebbero essere il segnale di un cambiamento di rotta nella gestione del sito, nell’uso di servizi alternativi a quelli dei big etc etc.

Restano poi certamente i grossi nodi da sciogliere:
– un corso accelerato di “accettazione delle critiche”.
– una maggiore apertura all’attuale potere decisionale centralizzato, mascherato da democrazia web.
– la questione pubblico/privato del blog e la figura “grigia” del guru (buon uomo di marketing, pessimo conoscitore della rete – NDR).

Con questi nodi risolti si potrebbe davvero avere una nuova forza politica (anche partito, perche’ no) che forse puo’ cambiare le cose.

PS: 28-06-2013 h10.31 – sito casaleggio defaced by anonymous! “… Voi la rete non la meritate,incapaci!…

Tagged with: , , , , , ,
Pubblicato su Democrazia Web, Esperti Web M5S, Web Alternativo

41 mil di euro: ecco cosa si poteva fare

Al posto di non prendere i 41 milioni di euro (quasi 80 miliardi di vecchie lire – 79.387.070.000) che gli spettavano… l’M5S avrebbe potuto : Read more ›

Tagged with: , , ,
Pubblicato su Democrazia Web, Web Alternativo

Amazon e M5S

I banner di Amazon sul blog di Beppegrillo sono come/peggio di :

  • un banner del Manifesto nel sito del Pdl
  • un banner di Mc Donald nel sito di Altroconsumo
  • un banner di Canale5 nel sito della Rai
  • un banner della Pepsi nel sito della Coca Cola
  • un banner della Nestle nel sito di Decrescita Felice
  • un banner nella Nike nel sito dell’Unicef
  • un banner della Golf nel sito della Fiat

Ci trovereste qualcosa di strano?

Potete suggerirne altri nei commenti…

Pubblicato su Democrazia Web, Esperti Web M5S, Web Alternativo

Alternative al monopolio Google

Ecco una lista di alcuni servizi alternativi che si possono utilizzare al posto di quelli proposti dal monopolio di big G.

Alcuni sono simili oppure nettamente migliori di quelli di GG e l’utilita’ di usarli e’ solo quella di differenziare chi detiene i nostri dati per ovvie implicazioni di privacy (vedi sull’argomento anche questo mio articolo su esperti m5s).

Read more ›

Tagged with: , , , , , , ,
Pubblicato su Democrazia Web, Esperti Web M5S, Web Alternativo

Beppegrillo.it e Amazon

Beppegrillo.it fa pubblicita’ ad Amazon, vende i suoi materiali su Amazon, usa tutti i servizi di Big G (Google) e nessun altro alternativo… vedi post precendente sugli esperti web M5S

Amazon non rende pubblici i dati dei suoi guadagni in Italia e negli altri paesi sostenendo che non lo sanno!

Amazon paga le tasse in Lussemburgo e fa quindi concorrenza sleale ai siti italiani che pagano regolarmente le tasse in Italia!
vedi interessante puntata di report sul caso tasse Amazon di Dic 2012 qui

Read more ›

Tagged with: , , , , , , ,
Pubblicato su Democrazia Web

Gli esperti del web del Movimento 5 Stelle

Google sa troppe cose di noi, di voi.
Google e Amazon sono tra i due piu grandi player del web e hanno una sorta di monopolio.

Io uso ovviamente Google per molte cose ma nei miei siti e nella vita professionale e privata tendo a differenziare i servizi usati con quelli «alternativi» e spesso buoni o anche migliori di quelli dei big.

Non dimentichiamo che la maggior parte di noi gira su Windows (Microsoft) usa Google, Facebook, Twitter e ti pare che tra big non si «mettano d’accordo» in qualche modo per ottimizzare i loro guadagni?
Read more ›

Tagged with: , , , , , , ,
Pubblicato su Democrazia Web, Esperti Web M5S
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: